cornicivuote
Stavo bene, solo che a volte mi capitava di crollare, senza un particolare motivo poi. Molti dicevano che ero strana, perchè passavo dall’essere felice all’essere triste in un battito di ciglia, ma a me sembrava normale. Capitava che mi ricordavo di cose, o persone che non avevo più, o forse in realtà non avevo mai avuto, e quella mancanza mi sovrastava fino a buttarmi giù, a schiacciarmi, e a non farmi sentire più niente, come se tutto intorno a me non esistesse niente, a parte il dolore.

è l’amoreeee #sweet #cat

nonpiangereandratuttobene
Dirci che siamo donne con le palle non è un complimento. Non le vogliamo. Abbiamo già le tette. Tra l’altro sono due e sferiche anche quelle. Vogliamo solo rispetto. In Italia in media ogni due o tre giorni un uomo uccide una donna, compagna, figlia, amante, sorella, ex.
Magari in famiglia. Perché non è che la famiglia sia sempre, per forza, quel luogo magico in cui tutto è amore.
La uccide perché la considera una sua proprietà. Perché non concepisce che una donna appartenga a se stessa, sia libera di vivere come vuole lei e persino di innamorarsi di un altro.. E noi che siamo ingenue spesso scambiamo tutto per amore, ma l’amore con la violenza e le botte non c’entrano un tubo. L’amore, con gli schiaffi e i pugni c’entra come la libertà con la prigione. Noi a Torino, che risentiamo della nobiltà reale, diciamo che è come passare dal risotto alla merda.
Un uomo che ci mena non ci ama. Mettiamocelo in testa. Salviamolo nell’hard disk. Vogliamo credere che ci ami? Bene. Allora ci ama MALE. Non è questo l’amore. Un uomo che ci picchia è uno stronzo. Sempre. E dobbiamo capirlo subito. Al primo schiaffo. Perché tanto arriverà anche il secondo, e poi un terzo e un quarto. L’amore rende felici e riempie il cuore, non rompe costole e non lascia lividi sulla faccia…Pensiamo mica di avere sette vite come i gatti.? No. Ne abbiamo una sola. Non buttiamola via.
Lucianina Litizzetto (via volevosoloessereamata)